Un grande Marconia spaventa il Matera Grumentum

Un grande Marconia spaventa il Matera Grumentum

Un Marconia tutto cuore e grinta non riesce nell’impresa di fermare la corazzata Matera Grumentum. Troppi gli episodi che condannano i rossoblù alla sconfitta: il doppio infortunio di Giannantonio e Cirigliano nel primo tempo, una direzione di gara a dir poco discutibile da parte del signor Carlo Bassoli di Monza, l’inferiorità numerica negli ultimi quindici minuti hanno fatto pendere l’ago della bilancia dalla parte dei biancazzurri di Finamore. Resta l’ennesima grande prova dell’Elettra che saprà tirarsi fuori da una situazione di classifica non proprio positiva.

Primo tempo spumeggiante per gli uomini di D’Onofrio che, senza paura, schiera ben quattro attaccanti al cospetto del Matera: De Olivera, Oliveros, Giannantonio e Cirigliano impongono un regime di ansia perenne alla retroguardia ospite che, già al 10′, si ritrova in svantaggio. Sponda aerea di Cirigliano, Giannantonio di petto serve De Olivera che resiste alla carica di un avversario e spedisce il pallone dove Salerno non può arrivare. Il Marconia potrebbe immediatamente raddoppiare, ma l’estremo difensore ospite alza la saracinesca sulla conclusione ravvicinata di uno scatenato Giannantonio. L’esterno rossoblù, però, è costretto a lasciare il campo poco dopo, a causa dell’ennesimo infortunio di stagione. Il Grumentum fatica a manovrare al cospetto di un’Elettra ispirata che tiene il controllo della manovra, sfruttando anche l’efficace prestazione dei suoi difensori. Al 29′, però, arriva la doccia fredda, con il pari materano siglato da Falco.

Nella ripresa il Marconia si affida all’unica punta De Olivera per perforare la retroguardia avversaria. Gli infortuni e i cambi obbligati pesano sulla tenuta fisica dei ragazzi di D’Onofrio che, comunque, giocano alla pari con il Matera Grumentum. Al 58′ i rossoblù hanno la chance di riportarsi avanti, ma Salerno è ancora miracoloso sul tiro a botta sicura di Suglia. L’episodio che cambia definitivamente il corso del match arriva al 75′ , con Labonia che lascia i suoi in inferiorità numerica per doppia ammonizione. Espulsione troppo frettolosa, anche perché il fallo è stato commesso nella metà campo avversaria. Gli ospiti capiscono che è il momento di osare e Finamore si gioca la carta Cordisco. Scelta azzeccata perchè l’ex Real Metapontino porta avanti il Matera all’80’, con una pennellata da punizione che non lascia scampo a Grieco. Nel finale i biancazzurri potrebbero dilagare, ma Lacarra e Falco non mettono in ghiaccio la partita.

Grande rammarico in casa Elettra per un’altra bella prestazione al cospetto di una grande squadra: tanti i complimenti, zero i punti in cascina. Il trend va cambiato, già dalla prossima trasferta di Tolve.

TABELLINO

ELETTRA MARCONIA: Grieco; Lamusta, Continente, Layus, Labonia; Milessi, Amengual; Giannantonio (Albano), Cirigliano (Suglia), De Olivera, Oliveros. All. D’Onofrio. A disp. Zuccarelli, Zuccaro, Lapadula, Casalaspro, Natuzzi, Roselli, Camardella.

MATERA GRUMENTUM: Salerno; D’Italia, Lobosco, Marotta, Pellegrini; Ferreira, Latorre; Dimatera, Gerardi, Falco; Lacarra. All. Finamore. A disp. Pagkratis, Storsillo, Tisti, Cordisco, Hysaj, Mastroberti, Fiore, Palma, Albano

ARBITRO: Bassoli di Monza (Iacovino-Marchese)

PH: Nicola Quinto

Nessun Commento

Inserisci un Commento