Il nuovo anno con mister D’Onofrio: “Continuiamo a scrivere la storia”

Il nuovo anno con mister D’Onofrio: “Continuiamo a scrivere la storia”

Il nuovo anno ha portato con sé lo slittamento dei calendari al 23 gennaio, ma non ha frenato il grande entusiasmo che si respira in casa Elettra Marconia. A confermarlo il tecnico dei rossoblù Antonio D’Onofrio che, in concomitanza con l’arrivo del 2022, ha voluto analizzare il cammino del suo Marconia nel girone di andata, con uno sguardo rivolto al futuro ormai prossimo.

Mister, come valuti la prima parte di stagione dell’Elettra?

Come già accaduto nello scorso campionato, l’inesperienza nella categoria ha condizionato alcune scelte di valutazione e, soprattutto, di giocatori che non si sono rivelati all’altezza. La squadra è stata un cantiere aperto fino ai primi di ottobre e questo ha inciso sull’avvio non proprio entusiasmante. A partire dalla quinta giornata, i ragazzi hanno trovato la giusta quadratura e tutti noi ci siamo adeguati al livello di un campionato difficile da affrontare.
In fondo, è come se partecipassimo al nostro primo campionato di Eccellenza e, da questo punto di vista, siamo la squadra più giovane rispetto alle altre per anzianità di categoria.
Analizzando il nostro cammino, sicuramente avremmo potuto avere qualche punto in più, ma siamo comunque soddisfatti di aver dimostrato di sapercela giocare sempre con qualsiasi avversario.

La squadra ha saputo recepire il tuo credo tattico?

Nel corso di questo primo scorcio di campionato, ho cambiato modulo per ben tre volte. È stato un lavoro tattico molto duro, anche perché alcuni giocatori non hanno preso parte alla preparazione e altri sono arrivati a stagione in corso. Il cammino è stato assai dispendioso: giocare ogni tre giorni, tra campionato e Coppa Italia, ci ha portato via un dispendio di energie importante e questo handicap si è visto soprattutto nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, match che abbiamo affrontato con soli undici giocatori e con una formazione tutta da inventare. 

La miglior partita del girone d’andata?

Credo l’ultima, contro il Ve.La, una partita in cui avevamo raggiunto una condizione atletica, mentale e tattica al top, essendo proiettati alla finalissima di Coppa Italia. Ma credo che anche la semifinale di andata a Senise sia stata uno spartiacque per la nostra stagione: vincere 3-0 fuori casa ha aperto la strada al percorso di crescita del gruppo. 

Cosa prevedi per il girone di ritorno, anche in considerazione della situazione covid sempre più pressante?

Al momento è difficile fare previsioni. Questa nuova ondata ha travolto tutte le società, dalla Serie A fino ai campionati minori e non riesco a farmi un’idea su come evolverà. Credo che le prossime settimane saranno decisive per capire qualcosa in più. Certo è che questo clima di incertezza sta condizionando fortemente il nostro lavoro sul campo. 

In conclusione, cosa ti aspetti dal 2022?

Semplice: vogliamo continuare a scrivere la storia dell’Elettra Marconia!

Nessun Commento

Inserisci un Commento